LA FAMIGLIA ANSUINI DAL 1860 AD OGGI: LA STORIA DI SEI GENERAZIONI

PRIMA E SECONDA GENERAZIONE: GIOVANNI & NICOLA ANSUINI

  • 1860-1914 Giovanni Ansuini Fondatore

    La tradizione orafa Ansuini nasce all'inizio dell'800 con Giovanni, figlio dell'amministratore delle terre di proprietà del duca Caetani, poco a nord di Roma.

    Il padre di Giovanni rinviene per caso alcuni suppellettili e monili etruschi di pregiata fattura e ne sa curare il recupero con tanta abilità che il duca decide di affidargli la direzione di tutte le operazioni di scavo nella Tuscia.

    Giovanni Ansuini si appassiona all'arte del restauro e della riproduzione dei preziosi e in seguito all'incontro con i fratelli Castellani (la cui collezione orafa è oggi custodita al museo nazionale etrusco di Villa Giulia, a Roma) impara a lavorare i metalli e le pietre preziose. Sono anni particolari per l'Italia, a Roma fervono speranze di rinnovamento, di indipendenza dallo Stato Vaticano.

    Nel 1849 la città insorge, il Papa abbandona San Pietro e si rifugia a Gaeta, viene proclamata la Repubblica Romana. L'indipendenza dura meno di un anno, i francesi inviano un' armata a sostegno del Papa ripristinandolo al governo. Giovanni, che aveva aiutato la causa della Repubblica Romana, dovette nascondersi, e con il sostegno del duca Caetani, si trasferisce a Parigi. Lì perfeziona le sue capacità negli atelier di gioielleria francesi, proiettandosi in un ambiente artistico internazionale e apprendendo lo stile della gioielleria Francese.

  • I primi anni del 1900 Nicola Ansuini

    E' nel 1860 che, tornato a Roma, Giovanni apre una bottega orafa in Piazza Navona.

    Grazie all'accuratezza dei suoi lavori e all'eleganza delle forme apprese in Francia, si moltiplicano le commissioni provenienti dalla nobiltà romana.

    La bottega orafa si espande e diventa un importante laboratorio di gioielleria e agli inizi del'900 il figlio di Giovanni, Nicola, augura il negozio in Corso Vittorio Emanuele dove si trova tutt'ora.

    I lavori più importanti vengono eseguiti per la Casa Reale, la nobiltà e per il Vaticano, e Nicola, come scriveva una rivista di moda del dicembre 1913, si merita "la fama di apprezzato fabbricante di gioielleria e argenteria".

     

TERZA E QUARTA GENERAZIONE: GIOACCHINO & NICOLA ANSUINI

  • 1914-1925 Nicola e Gioacchino Ansuini

    E' a Gioacchino Ansuini, figlio di Nicola, che, tornato dal fronte alla fine della prima guerra mondiale, tocca il compito di rimettere in moto l'azienda paterna: rilancia l'attività di famiglia creando quei gioielli di stile antico che avevano reso famoso il nome del nonno e allo stesso tempo coglie le nuove tendenze della moda venute da Londra e da Parigi, che introducono nella lavorazione delle gemme soluzioni di tipo geometrico.

    Una delle più importanti realizzazioni è la ricostruzione del tesoro della Madonna di Loreto, distrutto in un incendio nel 1921.

  • 1914-1960 Gioacchino Ansuini

    L'incarico giunge dalla Santa Sede nell'anno successivo: oltre dieci orafi lavorano senza interruzione per quasi due anni e nel 1924 Gioacchino Ansuini consegna al Vaticano più di 500 pezzi di fine gioielleria che costituiscono il nuovo tesoro.

    Il prestigio derivato da questo importante lavoro aiuta Gioacchino a superare brillantemente la depressione degli anni 30, dove continua a realizzare gioielli eleganti ed originali per la sua clientela. L'entrata in guerra dell' Italia nel 1940 e l'immediato dopoguerra furono un periodo difficile per la gioielleria.


     

  • Anni '60-'90 Alta Gioielleria di Nicola

    E' Nicola, figlio di Gioacchino che rilancia la gioielleria negli anni ‘60.

    Ingrandisce l'azienda, apre un ufficio ad Anversa da cui cura la scelta dei brillanti e stipula accordi per l'acquisto diretto dei preziosi direttamente alla fonte.

    Vengono scelte solo pietre della miglior qualità: smeraldi dalla Colombia, zaffiri e rubini dall'oriente e perle dal Giappone e dai Mari del Sud.

     

  • Il Team Ansuini nel 1990

QUINTA E SESTA GENERAZIONE: GIULIANO & NICOLA ANSUINI

  • Anni '90 - Oggi Giuliano Ansuini

    Negli anni ‘20 Giuliano Ansuini, figlio di Nicola, quinta generazione della storica famiglia di gioiellieri romani, vanta il merito di aver portato le proprie creazioni nei musei e nelle mostre di alta gioielleria internazionale; a Colonia, Berlino, New York, Hong Kong, Las Vegas e molte altre ancora.

    Inoltre, aiutato da sua figlia Ginevra Ansuini, i gioielli Ansuini hanno sfilato nelle passarelle di alta moda Milano e Roma con stilisti quali Renato Balestra e Raffaella Curiel.

     

  • Oggi Giuliano e Nicola Ansuini

    La sesta generazione della famiglia è rappresentata da Nicola Ansuini, figlio di Giuliano che entra nell'attività nel 2013, la sua sfida consiste nel creare nuovi mercati e mostrare, anche attraverso il mondo tecnologico, l'unicità dei gioielli Ansuini, dove tradizione, gusto e arte si fondono con perfetta armonia

    I gioielli Ansuini sono sempre realizzati a mano con pietre di altissima qualità. Lo stile ha un gusto contemporaneo che volge uno sguardo alla tradizione.

    I clienti Ansuini apprezzano l'esperienza di più di 160 anni di storia, la diretta relazione con le persone della famiglia Ansuini, il fascino della sede storica di Palazzo Massimo.

    Forse ancora oggi, da un guizzo di luce di un gioiello, coglierete il sorriso di Giovanni, simbolo di un'arte irripetibile.

TIMELINE

1860-1914

1a generazione

 Giovanni Ansuini

1860-1914

1900

2a generazione

Nicola Ansuini

1914-1960

3a generazione

 Gioacchino Ansuini

1914-1960

1960-1990

4a generazione

Nicola Ansuini

1990-Oggi

5a generazione

 Giuliano Ansuini

1990-Oggi

2013-Oggi

6a generazione

Nicola Ansuini

ANSUINI - Corso Vittorio Emanuele II, 151 - 00186 Roma - Tel. +39 06 6880 6909 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - P.iva 10295561004 - Designed by Art Studio Web Agency